Splendido luminosissimo attico di ampie dimensioni, al 2° e 3° piano di palazzo notificato di antiche origini dogali.

Situato fra la Chiesa di S. Maria dei Miracoli e la Chiesa dei SS. Giovanni e Paolo, Palazzo Contarini degli Scrigni è affacciato su Rio della Panada, esempio cinquecentesco di Casa-Fondaco, poi rimaneggiato fra la fine del ‘700 e gli inizi dell’800. Viene rappresentato nella sua struttura originaria in una stampa del 1709 del Coronelli. Vi nacque e abitò Nicolò Contarini, divenuto Doge nel 1631.

Nonostante nella sua forma attuale sia difficile riconoscere le tracce architettoniche originarie del palazzo, tuttavia rimane intatta la bella e armonica corte d’accesso, abbellita da elegante vera da pozzo recante lo stemma della famiglia del Doge Contarini.

L’appartamento gode di duplice affaccio est-ovest, caratterizzato al suo interno dalla tipica struttura tricellulare veneziana, con ampio salone centrale affiancato da stanze ai lati. Suggestiva vista aperta a ovest sul Rio della Panada, di fronte allo splendido esempio gotico di palazzo Van Axel, e a est sulla romantica corte d’accesso e la Chiesa dei SS. Giovanni e Paolo. Il palazzo è dotato di riva d’acqua condominiale, tetto ripassato pochi anni fa.

Al piano terra Il portone d’accesso comune si apre in ampio ingresso con armonica scala in perfette condizioni, atmosfera elegante,  ottimo vicinato.

La dimora si sviluppa in oltre 300 mq. commerciali, con distributivo equilibrato che garantisce eccellente vivibilità, doppio ingresso al piano, finiture di qualità, eccezionale luminosità. Altezza soffitti 3 mt. , pavimenti alla veneziana e parquet, infissi di solida fattura dotati di vetrocamera, impianto di riscaldamento autonomo, aria condizionata.

Ingresso, ampio salone centrale di 70 mq., sala da pranzo, cucina, lavanderia, tre camere da letto (possibile 4° camera), 3 bagni, guardaroba; tramite elegante scala in legno si accede a deliziosa mansarda con travi a vista, che ospita ulteriore camera/salotto, studio, 4° bagno, ampia soffitta doppia, e, non in ultimo, altana di 18 mq. da cui si gode di spettacolare vista mozzafiato su tutta la città. Nella camera padronale alloggia un elegante pavimento in terrazzo veneziano, con volute e motivi decorativi di pregio, che richiamano lo stile delle dimore patrizie della Roma antica.

Lungo tutta la facciata est si sviluppa un romantico poggiolo, da cui si gode di vista aperta sulla corte d’accesso, fino alla Chiesa di SS Giovanni e Paolo.